All’ombra del Castello (di Osilo) · 2013

lunedì, 18 marzo 2013 alle 7:00

Direttamente dal racconto di uno dei protagonisti, Paolo Marras

Cominciamo dalle certezze: quella è sicuramente Osilo, non ci si può sbagliare. Troppo caratteristico il profilo del Monte Tuffudesu (grazie Wikipedia) sul quale fu eretto il castello dei Malaspina e attorno al quale sono state costruite le case del paese.

Camminare per il centro storico di Osilo, in provincia di Sassari, è un viaggio indietro nel tempo: i vicoli tortuosi, lastricati con i ciottoli, si arrampicano lungo i fianchi del colle fino a lambire la costruzione medievale, le case in pietra e le chiese, mute testimoni delle vicende umane, le luci lontane dei paesi che circondano questo centro dell’Anglona. Camminare per il centro storico di Osilo in un sabato notte buio e ventoso come questo evoca storie di dame e cavalieri, di intrighi e di fantasmi che raccontano storie loro dei amori tormentati.

Questa domenica mattina però Osilo è soprattutto una realtà ciclabile, luogo di origine di bikers appassionati che hanno costituito l’associazione sportiva “Che Alcia ‘e Balla” e, da oggi, sede di un evento che, si spera, possa diventare un appuntamento fisso nel calendario sempre più fitto di iniziative che interessano il mondo della mountain bike isolana. Più di un centinaio di escursionisti da tutta la Sardegna hanno risposto all’invito degli amici osilesi, tanti amici con i quali si sono scambiati risate, chiacchiere e chilometri da salutare e con cui condividere il piacere di scoprire angoli di Sardegna a noi poco noti.

Certo gli imprevisti non mancano, quelli soliti e quelli insoliti, come quando nel single track si deve dare precedenza a un gregge;  il tempo è incerto e minaccia pioggia, la salita sembra non finire mai e ti sembra di non averne più… dai che ormai siamo arrivati.

All’ombra del castello c’é caldo e la compagnia è quella buona, di sempre; anche chi non aveva mai partecipato prima si trova a suo agio perché parliamo un linguaggio comune: nuove conoscenze, inviti reciproci e idee da sviluppare nascono a tavola, tra un piatto di malloreddus e la pecora bollita, si trova persino il modo di festeggiare un compleanno con una torta “improvvisata”.

 

È sera, l’auto percorre i chilometri verso casa.

Stanco? Un po’.

Soddisfatto? Sì, ma…

Ma? Niente, mi piacerebbe tornarci.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • •  

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • •  

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • •  

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • •  

Le foto sono di Paolo Mura, Franco Tucconi, Michele Piga e Filippo Scanu.

Pubblicato in Mountain Bike

1 Commento a “All’ombra del Castello (di Osilo) · 2013”

quote

1 | Направляем Вам Уведомление об одобрении выдать Вам некую сумму. Обезопасьте себя! без промедления пройти шаги пройдя на основную страницу scrive:

12 luglio 2020 alle 1:12


Сообщаем Вам об одобрении выдать Вам некую сумму. Рекомендуем не откладывая разбираться с подробностями пройдя на основную страницу сайта в течение 5 часов.Не пропустите момент! пока Ваш доступ в систему не аннулирован!Переход на страницу: https://tinyurl.com/Resferma NMVVgiocodisquadra.itRKKF

 

Scrivi un commento