Archivio - giugno 2008

Busachese Calcio · 2005-2006

Campionato di terza categoria, stagione 2005-2006. Nella foto, giocatori e dirigenti delle Busachese calcio.

Busachese Calcio - 2005-2006

In piedi da sinistra

Lino Cordella (dirigente), Gigi Fais, Vincenzo Deidda, Sebastiano Mele, Michele Crobu, Fabio Mereu, Stefano Cocco, Domenico Putzolu, Antonio Pischedda, Nicola Crobu, Giuseppe Pischedda, Pierpaolo Fenu (allenatore)

In basso da sinistra

Maurizio Frongia, Francesco Musu, Giovanni Loi, Giorgio Pische, Michele Zedde, Antonio Marongiu, Alessio Tanda (presidente)

Pubblicato in Calcio | anni 2000 | 28 commenti

Sandro Garau

La foto si riferisce all’arrivo della 5^ edizione del Trofeo Giacomo Matteotti per Dilettanti. Sandro Garau, fasciato della maglia del Santa Giusta, s’impone sui 5 compagni dopo una fuga durata oltre cento chilometri dei 132 totali, Ad un ritmo di gara elevato con la media record di oltre 41 km orari. Il rettilineo d’arrivo è quello della via Sardegna ad Oristano e il gesto atletico migliore, per l’occasione, è il salto del fratello Roberto, che in questo modo lascia letteralmente esplodere la tensione accumulata lungo tutto il percorso sull’ammiraglia e gioisce per un’altra splendida vittoria da inserire nel carniere.

Sandro Garau

Sandro si avvicina al ciclismo nel 1970, colpito dallo stesso virus che anni prima aveva attaccato suo cugino Giovanni, fortissimo e plurivittorioso ciclista che corona la carriera con il passaggio al professionismo, in compagnia dei più grandi campioni dell’epoca. Il giovane Sandro ha la sfortuna di perdere il papà Francesco, all’età di soli quattro anni, anch’egli appassionato di ciclismo e, con lui, l’imperdibile opportunità di avere una guida per lo sport e per la vita. Ma, ha in suo fratello Roberto, nella famiglia e in alcuni altri amici e parenti, anch’essi appassionati di ciclismo, il sostegno indispensabile per coronare il suo sogno d’atleta. Questo team di Cirenei della Domenica, Roberto in testa, in quegli anni traghettano Sandro e gli altri atleti della società ciclistica, per tutta l’Isola, spendendo tempo e denaro e rinunciando al tempo libero per garantire loro la partecipazione alle gare. Partecipa alla 1^ fase dei Giochi della Gioventù, e chiude con una bella vittoria in volata, mentre, nella prova regionale, pur in fuga con un ristretto gruppetto di corridori, cade e conosce per la prima volta i morsi dell’asfalto. Il successivo anno è tesserato tra gli esordienti nella Società ciclistica Solarussa, ottenendo numerosi piazzamenti tra i primi ma nessuna vittoria nella parte iniziale della stagione. Sarà, in ogni caso un periodo molto utile per affinare le capacità fisiche e tecniche che lo porteranno, negli anni a seguire a diventare uno tra i migliori velocisti e passisti del panorama ciclistico Isolano. I successi cominceranno ad arrivare già dalla seconda metà della stagione agonistica. Negli anni a seguire, sarà un susseguirsi d’esaltanti vittorie, bei piazzamenti e cocenti sconfitte, dovute, queste ultime, in buona sostanza, al carattere eccessivamente docile e remissivo, talvolta finanche fragile, e alla consapevole incapacità di far ricorso alla cattiveria agonistica, che lo ha spesso portato alla rinuncia al risultato personale pur di favorire i compagni. La chiamata al servizio militare, con l’esclusione dalla Compagnia Atleti, dove per il punteggio acquisito durante la stagione agonistica avrebbe dovuto avere la meritata ed immancabile posizione, l’anno di stop, unitamente alla mancata partecipazione, per ragioni mai compiutamente esplicitate, ad un’importante corsa a tappe della penisola e la malaugurata decisone dello staff tecnico della pista di non inserirlo tra i convocati per i vari Campionati della pista nonostante i risultati di rispetto ottenuti, minano la sua determinazione a proseguire con il grado d’impegno necessario per mantenersi ad alto livello. Sono questi i più importanti motivi che gli hanno impedito di poter vantare un palmares che, seppure di gran rispetto, avrebbe potuto essere senza dubbio alcuno notevolmente più ricco. Tra le vittorie più importanti ricordiamo:
Campionato Regionale Cronosquadre Allievi
Campionato Regionale Velocità su Pista Allievi
Campionato Regionale su Pista Inseguimento Allievi 1° Anno
Campionato Regionale su Pista Inseguimento Allievi 2° Anno
Campionato Regionale su Pista Corsa a Punti Individuale Dilettanti
Campionato Regionale su Pista Kilometro da Fermo Dilettanti
Campionato Regionale su Pista Inseguimento a Coppie
Campionato Regionale su Strada Dilettanti
Campionato Regionale Cronometro Amatori
Campionato Regionale Strada Amatori CSEN
Svanite le aspettative di entrare a far parte del gran ciclismo, coltiva in ogni modo la passione per la bici e partecipa alle corse riservate agli Amatori. Con il Gruppo di Bici & Fantasy e la Pachea, organizza le prime manifestazioni di Mountain Bike. A Palmas Arborea, ricavando il circuito in una vecchia cava e a Seneghe, mentre i Pachea trovano la collocazione della loro gara ad Iglesias. Sarà lo spunto d’avvio per una specialità che avrà, negli anni a venire un seguito di praticanti e partecipanti, allora assolutamente inimmaginabile. Partecipa, oltre che organizzare, anche alle gare di questa nuova disciplina e s’impone in numerose gare di Cross Country e Down Hill nella sua categoria, aggiudicandosi 2 edizioni della Top Race Regionale XC. Intanto è nominato Tecnico Regionale della Federazione Ciclistica Italiana per il Settore Strada e ricoprirà l’incarico per molti anni. È stato meccanico ufficiale del Velodromo di Quartu S.Elena e questi impegni, oltre al lavoro da svolgere nel suo laboratorio di Ciclismo, lo porteranno ad abbandonare l’attività agonistica, seppure, ancora non disdegni, quando libero da vincoli, cavalcare la bici da strada o salire tra i sentieri del Monte Arci con la sua fedele Black Icon da mountain bike.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Un allora piccolo supertifoso, soprannominato Spiridione, in braccio di Sandro Garau, ci racconta…

1976. Al termine di una estenuante ma vittoriosa prova, un giovanissimo Sandro Garau è attorniato da una piccola folla di sostenitori. Il ciclista di Santa Giusta era allora in forza alla gloriosa «Polisportiva Gialeto Serramanna». Un piccolo tifoso ottiene di essere preso in braccio dal nostro campione.

Spiridione

Pubblicato in I Gesti dello Sport | 1 commento

Equipaggio Pusceddu · Rally del Vermentino 2008

L’equipaggio formato dai fratelli Pusceddu al Settimo Rally dei Nuraghi e del Vermentino 2008 che si è svolto il 27 e 28 aprile 2008 a Berchidda, in provincia di Olbia-Tempio.

Equipaggio Pusceddu 2008

Pubblicato in Rally | 26 commenti

Speleo Club Oristanese · Fluminimaggiore 2007

Alcuni componenti delle Speleo Club Oristanese, in pausa, alla fine del ramo turistico nella grotta di Su
Mannau
a Fluminimaggiore, in una foto del 2007.

Speleo Club Oristanese Fluminimaggiore 2007

Da sinistra

Silverio Carta, Simone Putzolu, Gianna Manca, Gabriella Meli, Olivia Campanelli, Simone Carta

Pubblicato in Speleologia | 2 commenti

Frassinetti Calcio · Oristano 1993

Allenati da Paolo Sale, i piccoli giocatori della squadra dei Frassinetti che nel 1993 ha vinto la fase regionale della coppa Scarabocchio, e ha partecipato alle finali nazionali che si sono svolte a Misano Adriatico, in provincia di Rimini.

Frassinetti 1993

In piedi da sinistra

L. Licheri, Paulesu, Fenu, Virdis, Corona, M. Mura, D. Licheri, Sale

Accosciati da sinistra

Pisanu, Mancino, Tamponi, M. Licheri, Orrù, A. Corona, Caddeo

Pubblicato in Calcio | anni '90, Calcio | Frassinetti | 1 commento

La scuola nello sport · Narbolia 2008

Una foto realizzata il 10 giugno 2008 nel campo di calcio di Narbolia in occasione del progetto scolastico di attività motoria Gioco imparo e cresco con lo sport. Alla manifestazione hanno partecipato circa 200 bambini della scuola primaria di San Vero Milis, Narbolia e Zeddiani. La foto riguarda i bambini della scuola di elementare di Zeddiani.

La scuola nello sport Narbolia 2008

Pubblicato in Associazioni | Nessun commento

Samugheo 1980-1981

Giocatori e dirigenti del Samugheo Calcio in questa foto scattata durante la stagione 1980-1981.

Samugheo 1980-1981

In piedi da sinistra

Deias (dirigente), G. Musu, B. Pitzalis (dirigente), M. Mura, A.Cocco, M. Flore, F. Tatti, M. Loi, · · · · · (allenatore), S. Caddeo (presidente)

Accosciati da sinistra

C. Frongia, A. Madeddu, A. Milia, A. Patta, Momino, Frongia, L. Mura

Pubblicato in Calcio | anni '80 | 2 commenti

Tennis Tavolo Oristano · 2008

I componenti della squadra del Tennis Tavolo Oristano in una foto scattata nel 2008.

Tennis Tavolo Oristano 2008

In piedi da sinistra

Marco Aru, Carlo Carta Nazzaro Pusceddu, Adolfo Simbula

In basso da sinistra

Luciano Meloni, Davide Pusceddu, Neke, Sebastiano Lombardo, Luigi Pusceddu

Pubblicato in TennisTavolo | 7 commenti

Milese Calcio Giovanissimi · Milis 1974

La formazione del Milese Calcio Giovanissimi, all’inizio anni settanta, prima dell’incontro Milese-San Vero Milis terminato con il risultato di 3 a 3. I gol per la Milese sono stati segnati da Antonio Ortu (2) e da Raimondo Putzolu.

Milese Calcio inizi anni settanta

In piedi da sinistra

Roberto Ortu, Aldo Andria, Nino Vacca, Mario Masala, Antonio Ortu, Aldo Lotta, Raimondo Putzolu

Accosciati da sinistra

Francesco Ortu, Claudio Enna, Mario Mereu, Francesco Casti, Pietro Manca, Ferdinando Ortu

Pubblicato in Calcio | 2 commenti

U.S. Siamaggiore · Oristano 1994

La squadra amatoriale dell’Unione Sportiva Siamaggiore in una foto scattata nel 1994 al campo comunale di Oristano prima della finale per l’assegnazione del terzo posto del torneo Luigi Sanna organizzato da Centro Sportivo Italiano.

U.S. Siamaggiore Oristano 1994

In piedi da sinistra

B. Corona, M. Onida, T. Dessì, M. Murru, B. Concu, P. Pisanu

Accosciati da sinistra

L. Sarais, GP. Spiga, S. Orgiu, S. Madau, G. Chessa

Pubblicato in Calcio amatoriale | 1 commento